mercoledì 27 ottobre 2010

ZingFin

ZingFin

domenica 24 ottobre 2010

Firmare, stampare e spedire documenti in formato digitale con EchoSign

Firmare, stampare e spedire documenti in formato digitale con EchoSign: "

EchoSignDue settimane fa avevamo parlato di eSignatures, il servizio sperimentale di Adobe per realizzare la firma dei documenti PDF come si trattasse di e-mail. Tra le caratteristiche della piattaforma c’è la possibilità di caricare un’immagine che raffiguri una firma autografa.


È il concetto alla base di EchoSign, un servizio molto semplice per apporre la propria firma a documenti da inviare per posta elettronica o, fax. Supponiamo che dobbiate firmare un contratto che però non potete stampare: è impossibile utilizzare una penna come sulla carta.


EchoSign consente di “disegnare” la propria firma autografa dal browser e realizzarne un’immagine che serve per firmare fino a 5 documenti digitali al mese gratuitamente. Dal 6° il servizio prevede una serie di piani a pagamento. Trattandosi di un social network, si possono aggiungere le identità di Facebook, LinkedIn e Twitter. Funziona anche con Google Apps.


Via | TechCrunch





Firmare, stampare e spedire documenti in formato digitale con EchoSign é stato pubblicato su downloadblog alle 10:00 di domenica 24 ottobre 2010.




"

Sistine Chapel

Sistine Chapel

venerdì 22 ottobre 2010

Facebook Luoghi (Places): tutti i trucchi e segreti | Tecnocino

Facebook Luoghi (Places): tutti i trucchi e segreti | Tecnocino

Microsoft 365: il futuro di MS Office è nel Cloud Computing

Microsoft 365: il futuro di MS Office è nel Cloud Computing: "

Tempo di rivoluzione per il pacchetto Microsoft Office. Da Redmond arriva l’annuncio del nuovo pacchetto Office 365 che rappresenterebbe la nuova generazione di prodotti Microsoft basati sulle strutture Cloud Computing.


Office 365 renderà semplice la condivisione di documenti tra vari utilizzatori attraverso l’uso di un qualsiasi browser senza necessità di installare software aggiuntivi sui computer. La nuova suite sarà disponibile alle piccole aziende, con meno di 25 impiegati, al prezzo di $6 al mese. La Microsoft ha comunque pronte altre opzioni per differenti tipologie di clienti ed utilizzatori.


Tra i vantaggi per l’azienda che si intravedono con una soluzione del genere ci sono di sicuro la possibilità di aggiornare i prodotti ogni volta che se ne presenta il bisogno ed il controllo più semplice sui tentativi di contraffazione delle licenze. Gli utenti potranno avere invece i loro documenti a disposizione da ogni luogo del mondo coperto da internet e non dovranno preoccuparsi particolarmente dell’hardware che si troveranno ad utilizzare.

Vedremo come se la cava Microsoft nell’affrontare la paura che gli utenti hanno nei confronti del Cloud Computing, specialmente quando sono coinvolti documenti contenenti dati sensibili e riservati. Novità anche nella forma di pagamento che diventa mensile e non una tantum come era stato fin’ora per i pacchetti desktop.


Perchè gli utenti dovrebbero scegliere Microsoft 365 invece di optare per una soluzione alternativa e gratuita come quella che già offre GoogleDocs? Sembra chiaro che Microsoft stia puntando ad attirare la scelta sui suoi prodotti grazie alla fama di cui già gode nell’ambito dei prodotti orientati alla produttività. Ci sarà dunque da aspettarsi una sfida interessante. Da parte mia è forte la curiosità di vedere cosa sceglieranno le Pubbliche Amministrazioni e le grandi aziende per i loro uffici. Ma la risposta potrebbe essere dettata ancora una volta più da questioni di mercato che da scelte di natura tecnica.


Via | The New York Times





Microsoft 365: il futuro di MS Office è nel Cloud Computing é stato pubblicato su downloadblog alle 14:00 di giovedì 21 ottobre 2010.




"

giovedì 14 ottobre 2010

Inviare file di grosse dimensioni

Inviare file di grosse dimensioni: "

Inviare File Grosse Dimensioni


Inviare file di grosse dimensioni è una pratica abituale per qualcuno, meno frequente per altri. Oggi mi è capitato di dover inviare “per un’ora fa” un set di fotografie di automobili e di trovarmi all’empasse, come cantava Battisti. Una rapida ricerca su Google, un consiglio di un collega ed ecco la soluzione: We Trasnfer. Gratuito, rapido ed efficiente, almeno per ora.


C’è da dire che comunque le offerte in questo campo sono molte. Mi è stato segnalato un post di ieri su Switched.com con la classica lista dei 10 servizi più noti. Sono recensiti più o meno tutti i servizi famosi ma la cosa più interessante è la tabella riassuntiva che riportiamo qui sopra. Dimensione allegato, durata della “vita” dei files, pubblicità, attesa per il donwload, prezzo e servizi aggiuntivi: credo ci sia tutto per una valutazione personale. Effettivamente WeTransfer è ad oggi il servizio che permette l’invio dei file più grossi, gratuitamente.


Interessante sembra anche essere DuShare, che a differenza degli altri mette in comunicazione diretta i due computer senza passare da un server. Le controindicazioni potrebbero firewall aziendali, connessione lenta, oppure la contemporaneità dell’essere online di mittente e ricevente: ci ripromettiamo un test approfondito su questo aspetto.


Vi è capitato di usare uno di questi servizi, oppure altri non citati nella tabella? Come vi siete trovati? Proviamo a confrontare le nostre esperienze e, perchè no, scegliere insieme il migliore.





Inviare file di grosse dimensioni é stato pubblicato su downloadblog alle 16:53 di mercoledì 13 ottobre 2010.




"

Devolve me: trasformati in un uomo primitivo

Devolve me: trasformati in un uomo primitivo: "

Devolve me

Oggi vedremo un simpatico sito web che permette di divertirsi con le proprie fotografie e quelle degli amici andando a modificarle per creare immagini divertenti con il proprio volto, ad esempio oggi vedremo come trasformare la proprio faccia facendogli assumere le sembianze di un uomo primitivo.



Tutto questo può essere fatto col sito Devolve Me, lo strumento funziona direttamente online quindi non abbiamo  bisogno di scaricare nulla, è gratuito e facile da utilizzare.

Una volta entrati sul sito Devolve Me dobbiamo cliccare sul tasto “Devolve yourself“, a questo punto il sito ci chiederà di caricare una nostra fotografia che abbia in primo piano la nostra faccia senza nessun accessorio, in questo modo l’effetto sarà migliore.

Successivamente Devolve me ci chiederà di adattare la fotografia alla maschera, quindi dovremo selezionare gli occhi, il naso e la bocca cercando di far combaciare il tutto.

Abbiamo terminato, ora possiamo vedere come sarebbe stato il nostro volto 3.7 milioni di anni fa’, 2.2 milioni di anni fa’, 1.8 milioni di anni fa’ e 500.000 mila anni fa, possiamo anche decidere di pubblicare la nostra foto da uomo primitivo all’interno di una cartina geografica dove sono presenti anche tutte le fotografie degli altri utenti, un modo per farsi due risate con i propri amici.


Vai al sito: Devolve me.

"

venerdì 8 ottobre 2010

Truffe Telefoniche 899: catanese ricava 350.000 euro in un giorno!

Truffe Telefoniche 899: catanese ricava 350.000 euro in un giorno!: "
truffe telefoniche 899

 

Truffe Telefoniche 899 problema mai risolto: c’è ancora chi pensa di fare il furbetto e sfruttare al meglio piccoli bug e falle di sicurezza. E’ il caso di un giovane ingegnere originario…"

Come controllare i siti che accedono al nostro account di Google

Come controllare i siti che accedono al nostro account di Google: "

Come controllare i siti che accedono al nostro account di GoogleIn un articolo di Google Operating System circa la sicurezza per Gmail viene riportato un interessante link, utile soprattutto se il nostro account di Google è stato attaccato recentemente.


Infatti andando a questa pagina si ottiene la lista dei siti che abbiamo autorizzato ad accedere al nostro account. Quindi potremmo trovare, per esempio, Facebook o Foursquare se abbiamo concesso il permesso all’accesso dei nostri contatti.


Ed ovviamente troveremmo eventuali siti indesiderati che magari abbiamo incautamente autorizzato o presenti nella lista perché il frutto di un attacco. In tal caso un click su “revoca accesso” è più che consigliato.





Come controllare i siti che accedono al nostro account di Google é stato pubblicato su downloadblog alle 11:00 di venerdì 08 ottobre 2010.







"

martedì 5 ottobre 2010

Google offre traduzioni anche in latino

Google offre traduzioni anche in latino: "
Traduttore di latino google

Il colosso di Mountain View è una delle società certamente più attive in Internet, dove oltre al classico motore di ricerca offre servizi come quelli di posta elettronica, browser, blog, mappe geografiche e molto…"

Come creare anagrammi animati

Come creare anagrammi animati: "
anagrammi animati

Avete mai pensato di creare anagrammi animati su internet? Un’idea che può risultare davvero molto simpatica e che si configura come un modo originale di servirsi di tutti gli strumenti per la grafica che…"

Come eliminare oggetti o persone dalle foto con Webinpaint

Come eliminare oggetti o persone dalle foto con Webinpaint: "

Il fotoritocco su internet offre ampie possibilità a quegli utenti che intendono apportare modifiche alle immagini di cui dispongono senza ricorrere all’uso di programmi specifici, come per esempio Photoshop. Ma perché utilizzare un’alternativa a…"

Google Breadcrumb

Google Breadcrumb: "

Google Breadcrumb



(in Google Labs)




Create an easy-to-use mobile learning application without any programming experience.


search it | on buzz | tweet it | add to delicious

"

Ecco come fa Google a recuperare i costi dello sviluppo di Android

Ecco come fa Google a recuperare i costi dello sviluppo di Android: "Sicuramente sapete che Google concede l’uso di Android gratuitamente. Il che ptrebbe farvi porre una dimanda ovvia: dato che lo sviluppo di Android costa comunque dei soldi a Google, come fa il gigante di Mountain View a guadagnarci? Il Ceo di Google Eric Schmidt ha raccontato al giornalista di Newsweek Dan Lyons, nel caso non [...]


"

Truffe Online: a chi rivolgersi?

Truffe Online: a chi rivolgersi?: "
truffe online

 

Truffe Online, a chi rivolgersi dopo che si è subito un cyberfurto? Il problema è molto più consistente e importante di quanto si potrebbe immaginare: è stato stimato che ogni giorno si…"

E' nata la TV secondo GOOGLE

How To Easily Open PST Files Without Outlook?

How To Easily Open PST Files Without Outlook?: "

The most important files that contain your emails are the PST and OST files in Outlook. Often we run into a situation where we would like to view the content of PST (Personal Storage Tables) and OST (Offline Storage Tables) files without having to install Outlook on your PC.Viewing PST files would not have been easy without the incredible tool like Kernel PST  that is available for free.


Recommended Reading:



Using these tools, you can easily open and view the contents of PST (Personal Storage Tables) and OFT (Offline Storage Tables) without having to install Outlook.


Using Kernel PST tool you can:



  • View the content of PST file having minor corruption



  • View the password protected PST file even if the password is not known



  • Open PST files corrupted due to 2GB size issue


  •  


    kernel-pst


    Kernel for PST Viewer supports all versions of MS Outlook, such as MS Outlook 97, Outlook 2000, Outlook XP, Outlook 2003, Outlook 2007, and Outlook 2010. The software can be installed on Windows 2000, Windows XP, Windows 2003, Windows Vista, and Windows 7 operating systems to open PST file.


    Download Kernel PST for free.


    "